182015set

Perchè decidere di guarire

Perché decidere di guarire

Schermata 2015-09-18 alle 11.00.12

“ Vivere da obesi vuol dire vivere a metà. Vuol dire aggirarsi per negozi, guardare con rassegnazione tutti quegli abiti, pantaloni o magliette sapendo che per te non ci sarà niente e se ti avvicini per comperare qualcosa vedi il negoziante che scuote la testa e allora, tu metti le mani avanti dicendo che l’acquisto che devi fare non è per te, ma per un regalo. E quando, raramente, ti senti dire che sono forniti di “ taglie comode” pensi ad un miracolo e compri, qualsiasi cosa ti venga proposta, anche se non ti piace.

Essere obesi vuol dire non andare più al cinema o ad uno spettacolo per paura di non entrare nella sedia. Essere obesi significa non guardarsi più allo specchio, evitare le foto e quando proprio non ne puoi fare a meno cercare disperatamente di nasconderti dietro a qualcuno. Essere obesi vuol dire andare in pizzeria e mangiare pochissimo per la paura di essere giudicati.”

Le parole di Rossella ex obesa in una lettera aperta.

L’obesità è una piaga sociale eppure ancora oggi se ne sa molto poco. Molte persone sono rimaste al clichè del “ciccione simpatico”, quello a cui basterebbe mangiare meno per dimagrire. Basterebbe un briciolo di forza di volontà per cambiare. In realtà non è così. Ed ecco come nella nostra esperienza clinica vediamo spesso pazienti obesi (che nel 99% dei casi hanno già provato e riprovato tutte le possibili diete senza risultati) che devono lottare con amici e parenti spesso contrari all’intervento di chirurgia bariatrica. Questo perché chi non ha 50 o spesso 70 o più kg di troppo non riesce a capire quanto sia difficile tornare indietro. E ci sentiamo dire che l’intervento di chirurgia bariatrica può essere pericoloso quando in realtà risulta molto più pericoloso non fare nulla. Questo perché un paziente obeso, giovane o anziano che sia corre costantemente il rischio di complicanze respiratorie e cardiovascolari, oltre a quelle metaboliche e articolari.

E’ chiaro che la chirurgia da sola non risolve tutti i problemi, ma sulla base dei successi avuti fin ora possiamo dire che da il via ad un nuovo inizio, dove ogni kg perso fornisce la giusta motivazione per continuare.

Lo sviluppo della chirurgia bariatrica deriva proprio dal fatto che al contrario di quanto in molti pensano operare un  obeso non equivale ad intervento di chirurgia estetica ma ad un salvavita al pari di un bypass per un paziente infartuato .

Se vale la pena fare l’intervento è opportuno chiederlo a chi l’ha già fatto e il sostegno e l’affetto dei pazienti ne sono la chiara risposta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato *