Addominoplastica uomo e donna: prima e dopo

Addominoplastica uomo e donna: prima e dopo

Dopo un dimagrimento importante, dovuto magari alla chirurgia bariatrica, può essere necessario per il paziente ritornare dopo diversi mesi sotto i ferri chirurgici per eliminare quell’eccesso di pelle che non riesce a farlo stare bene con se stesso e che gli rende complicate azioni come il correre o il camminare. In questo caso si può intervenire con l’addominoplastica, una serie di procedure chirurgiche che hanno lo scopo di migliorare la pancia.

Quando fare un’addominoplastica

Sulle donne si può intervenire anche se sono presenti cicatrici cheloidi , come quelle in seguito ad un parto cesareo; in questo caso si rimuove anche la zona cicatriziale del basso ventre, che oltre a rassodare la cute, lascerà un’unica cicatrice chirurgica accettabile

Ma neanche gli uomini sono immuni dalla pancia adiposa e rilassata,  tanto da essere frequente in particolare a chi ha più di 50 anni. Se per questi pazienti hanno anche un passato da gravi obesi o sono stati sottoposti a chirurgia bariatrica, possono avere una ridotta qualità della vita, specie se presentano uno di questi aspetti:

  • la cosiddetta pancia a grembiule, ossia un addome prominente e cadente;
  • un rilassamento della cute o un eccesso di cute nell’addome (frequente nei pazienti ex-obesi)
  • Rilassamento della cure con separazione dei muscoli addominali (detta diastasi) ;
  • Addome grinzoso e/o adiposo e poco elastico

Addominoplastica: cos’è e come si realizza

Nell’addominoplastica o “chirurgia di rimodellamento corporeo” si rimuove chirurgicamente il grasso e la cute in eccesso nella parte centrale e bassa dell’addome, per migliorarne l’aspetto e tendere la parete addominale, con alcune procedure chirurgiche che spaziano dalla liposuzione all’addominoplastica verticale in blocco. Sono interventi da donne dopo la gravidanza che hanno perso tono in quella zona o in pazienti che si sono sottoposti ad interventi di chirurgia bariatrica in precedenza e vogliono eliminare la pelle in eccesso, poiché può rendere scomodi i movimenti.

Quando si vedono i risultati

Sin da subito si potrà vedere una differenza importante, poiché la pelle in eccesso sarà sparita; il risultato definitivo però sarà visibile dopo qualche settimana, poiché nelle prime due-tre settimane la zona rimarrà gonfia e dolente, per poi riassorbire il gonfiore in media entro i tre mesi dall’intervento o per più tempo se la pelle del paziente è particolarmente sensibile. In un normale decorso post-operatorio, le normali attività possono essere di solito riprese in modo graduale dopo 20 giorni.Può essere di aiuto indossare indumenti compressivi e/o effettuare massaggi mirati.

Dopo l’addominoplastica si può ingrassare?

Per conservare i risultati ottenuti con l’addominoplastica, bisogna mantenere abitudini sane, come fare regolarmente attività fisica e seguire una dieta equilibrata, senza mangiare per noia davanti alla tv, saltare pasti o esagerare con i carboidrati a discapito delle proteine,esagerare con cibi elaborati o bevande zuccherate. Se si evitano questi errori comuni e si interviene sulle abitudini quotidiane, non solo si manterrà il peso forma ma anche un buono stato di salute.

Addominoplastica: quanto costa?

I costi dell’addomninoplastica variano in base al tipo di intervento da effettuare, a cui vanno ad incidere comunque dei costi fissi legati alla degenza e al lavoro dei professionisti qualificati che tuteleranno al meglio la tua salute.

Desideri maggiori informazioni sulle tecniche di Addominoplastica? Se desideri metterti in contatto con il Dott. Scalera, compila il FORM CONTATTI e invia la tua richiesta. Sarai ricontattato nel minor tempo possibile.

Prenota un appuntamento