Obesity day, nella Giornata dell’obesità 2019 firmata la Carta dei Diritti e dei Doveri della Persona con Obesità.

Obesity day, nella Giornata dell’obesità 2019 firmata la Carta dei Diritti e dei Doveri della Persona con Obesità.

Lo scorso 10 ottobre si è svolta la Giornata dell’obesità, che quest’anno ha visto in Italia effettuare un importante passo in avanti: la firma da parte di diverse Società scientifiche della Carta dei Diritti e dei Doveri della Persona con Obesità.

Questa carta, formata da 10 punti e scaricabile gratis anche da internet, si propone di trasformare i principi generali in diritti e di indicare come la persona obesa può essere tutelata e supportata nelle strade da intraprendere per contrastare questa patologia invalidante nella forma di obesità severa, partendo dal migliorare la conoscenza sull’impatto che questa patologia ha sulla salute delle persone.

Danni obesità

Inoltre l’obesità, oltre ad avere un aspettativa di vita ridotta ed essere anche mortale, è causa di disagio sociale (spesso queste persone rinunciano ad uscire di casa per il timore di essere giudicati), favorisce episodi di bullismo fra bambini ed adolescenti, ed ha anche implicazioni economiche e sociali.

Troppo spesso l’obeso viene confinato in stereotipi negativi, tramite immagini e linguaggi inadatti, che producono solo maggiore disagio nel paziente e favorendo spesso proprio lo stress che scatena il bisogno di sovralimentarsi, generando una spirale negativa senza fine.

Inoltre l’obesità è una importante concausa per il diabete di tipo 2, per l’ipertensione arteriosa e per le cardiopatie ischemiche, che si traduce a livello europeo in circa 1 milione di decessi all’anno.

Per questo la Carta dei Diritti e dei Doveri della Persona con Obesità è formata da 10 sezioni: Diritti della persona con obesità, Responsabilità e doveri della persona con obesità e dei suoi familiari, Educazione e formazione continua della persona con obesità, Dialogo medico-persona con obesità, Gestione dell’obesità, Prevenzione dell’obesità, Impegno nella ricerca, Associazionismo responsabile, Obesità in età evolutiva, Lotta allo stigma; tutto ciò proprio per poter nel tempo garantire alle persone obese il diritto a vivere una vita sociale, educativa, lavorativa alla pari delle persone senza obesità, e a poter conoscere tutti gli strumenti diagnostici e sanitari per poter migliorare il loro stato di salute.

Chirurgia Bariatrica: per quali obesi è consigliata?

In Italia, si stima che quest’anno ci siano oltre 16 milioni di persone in sovrappeso, di cui 6 milioni con obesità e che ancora troppo pochi ricorrano alla chirurgia bariatrica (circa  15 mila all’anno, per lo più nelle regioni del Nord Italia, con una percentuale di circa lo 0,25% degli obesi italiani).

La chirurgia bariatrica per questi pazienti non è solo la terapia migliore per i pazienti affetti da obesità patologica nel breve e nel lungo termine, ma comporta anche benefici sulle patologie associate come il diabete di tipo 2 e le altre sopracitate, ed è diventata negli anni sempre più sicura grazie alle innovazioni delle tecniche laparoscopiche e mini-invasive.

Per questo i pazienti che vogliono guarire dall’obesità grave devono essere aiutati e seguiti in ogni fase del percorso che li porterà a riappropriarsi della propria esistenza.

Desideri maggiori informazioni sulla chirurgia bariatrica o metterti in contatto col Dott. Scalera? compila il FORM CONTATTI e invia la tua richiesta. Sarai ricontattato nel minor tempo possibile.

Prenota un appuntamento