Quale alimentazione bisogna seguire dopo un intervento di chirurgia bariatrica?

Quale alimentazione bisogna seguire dopo un intervento di chirurgia bariatrica?

La dieta post-operatoria è fondamentale per garantire al paziente la riuscita dell’intervento chirurgico: cosa mangiare e per quanto tempo.

Inizialmente è fondamentale seguire una dieta precisa, quindi il paziente deve essere guidato alla scelta e alla consistenza dei cibi. Le linee guida dell’American Endocrine Society consigliano una progressione della consistenza del cibo graduale dai liquidi ai frullati fino ad arrivare ai solidi. Ciò è importante per evitare il vomito e i potenziali danni al sito chirurgico e per riadattare gradualmente i pazienti alla nuova dimensione dello stomaco.

Nello specifico si consiglia l’assunzione di liquidi (es. latte e succo di frutta) nelle prime due settimane post-operatorie, con l’aggiunta di integratori proteici/energetici per favorire la sola perdita di massa grassa e non di massa muscolare, nonché di liquidi.

Nella terza settimana post-operatoria si passa all’introduzione di cibi più densi (es. yogurt e omogenizzati) per poi introdurre la pastina nella quarta e quinta settimana.
Ad un mese dall’intervento chirurgico il paziente torna ad una dieta solida ovviamente con i dovuti accorgimenti. Alimenti come la pizza, gli alcolici e la pasta fresca vengono in genere concessi dopo il sesto mese post-operatorio.

Fondamentale inoltre per il paziente bariatrico è seguire alcuni accorgimenti comportamentali come:

– masticare accuratamente il cibo
– masticare lentamente facendo delle piccole pause tra un boccone e l’altro, fermandosi appena si avverte la sensazione di pienezza.
– Non bere durante il pasto e attendere un’ora dalla fine per evitare che l’acqua occupi il poco spazio destinato al cibo.
– Frazionare i pasti in 3 principali più 3 o 4 spuntini
– non usare condimenti elaborati (speziati o grassi)

E’ fondamentale infine per il paziente operato sottoporsi a visite periodiche per monitorare il calo ponderale e lo stato nutrizionale affinché raggiunga e mantenga il peso ideale.
Tali controlli vengono in genere fissati dall’equipe multidisciplinare a 15 giorni dall’intervento, a due mesi e poi a sei mesi.
In seguito il paziente verrà valutato di anno in anno per controllare la stabilizzazione del peso.

Prenota un appuntamento