Programma nutrizionale

del Prof. Scalera

LA PRIMA VISITA

La visita ha una durata di circa 60 minuti e viene svolta dal medico e dal nutrizionista. Durante la visita verranno effettuate:

  • Anamnesi personale e familiare per eventuale riscontro di patologie legate all’alimentazione.

  • Storia del peso e dei precedenti tentativi dietetici effettuati

  • Lettura degli esami ematochimici di interesse o eventuale prescrizione degli stessi

  • Indagine alimentare per la valutazione delle abitudini alimentari del paziente e stima dell’introito calorico

  • Antropometria (peso, altezza, circonferenze corporee, plicometria)

  • Calcolo del metabolismo basale e del peso desiderabile

Verrà a questo punto elaborato un piano dietetico personalizzato che più si adatta alle esigenze del paziente per il raggiungimento degli obiettivi prefissati
Il primo controllo gratuito è in genere fissato a 15 giorni per la valutazione dell’aderenza alla dieta e per eventuali correttivi onde favorire la compilance del paziente.

Ketogenic-diet-FAQs.png

DIETA CHETOGENICA

L’evidenza clinica suggerisce che l’utilizzo di piani dietetici ipocalorici a ridotto contenuto di carboidrati con un aumentato apporto di proteine – Very Low Calorie Ketogenic Diet (VLCKD)- porta ad una perdita di peso conservando però la massa magra.

 

In questa direzione, la perdita di peso coinvolge quasi esclusivamente il tessuto adiposo, favorendo il rimodellamento della silhouette corporea con notevole impoverimento delle aree più ricche di grasso (fianchi, glutei, addome). La dieta chetogenica è l’ideale per i pazienti che desiderano, prima di tutto, ‘vedere’ i risultati dei loro sacrifici e per i pazienti obesi complicati da sottoporre a interventi chirurgici.

    • I protocolli di trattamento con Proteonorm si sono dimostrati validi anche per:

    • Emicrania

    • Infertilità

    • Chirurgia bariatrica

    • Regolazione dell’umore

  • Le esperienze cliniche, in proposito, hanno dimostrato diversi vantaggi:

  • Efficacia sulla riduzione del peso corporeo

  • Rapidità dell’effetto

  • Aumento della compilance per riduzione della sensazione di fame e di stanchezza

  • Mantenimento della performance sportiva

DIETA MEDITERRANEA
picto physician.png
ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
In gravidanza l’alimentazione ha un ruolo fondamentale sia sullo stato di salute della gestante sia sullo stato di nutrizione del neonato.

Numerosi studi hanno dimostrato infatti che un eccessivo aumento di peso durante la gravidanza sia un fattore di rischio per l’insorgenza di ipertensione e diabete gestazionale. Fondamentale è il ruolo del nutrizionista nel rendere la dieta nel periodo di gravidanza il più possibile equilibrata. Fondamentale è anche il
controllo del peso durante la gravidanza che viene calcolato dal nutrizionista sulla base dello stato nutrizionale materno prima della gravidanza.

Durante il primo trimestre, o comunque sino alla decima settimana, l’aumento di peso è generalmente di entità trascurabile, mentre nel secondo e terzo trimestre esso assume un andamento pressoché costante, pari in media a 350/400 g alla settimana.È importante sottolineare che le donne sottopeso all’inizio della gravidanza necessitano di quantità di energia superiori a quelli delle donne che iniziano la gravidanza in condizioni di peso ottimale o in sovrappeso.
DIETA IN PARTICOLARI CONDIZIONI PATOLOGICHE
Obesita-1024x683.jpg
  • Trattamento dieto-terapico per malattie metaboliche:

  • Ipertensione

  • Diabete mellito

  • Gotta

  • Ipercolesterolemia ed ipertrigliceridemia

  • Obesità

  • Trattamento dieto-terapico per insufficienza renale

  • Trattamento dieto-terapico per malattie infiammatorie croniche intestinali (colite ulcerosa o crohn)

  • Piani nutrizionali per il paziente oncologico

PIANI NUTRIZIONALI PER L’ETA’ INFANTILE
Bambini-1024x683.jpg

Nell’età scolare è fondamentale garantire la corretta crescita attraverso un’ alimentazione sana ed equilibrata.

 

Le possibili complicazioni dell’obesità infantile, riguardano il rischio di disturbi fisici precoci quali: calcoli biliari, piedi piatti, pubertà precoce, apnee notturne, disturbi al fegato, ipertensione e aumento dei grassi nel sangue, diabete di tipo 2…a cui si aggiungono tutti i rischi dell’obesità sopra descritti e chiaramente, a livello psicologico, una bassa autostima del bambino che si crea un’immagine negativa di se stesso.


I piani nutrizionali per i bambini al di sotto dei 12 anni non prevedono severe restrizioni caloriche ma mirano a trasmettere i principi di una corretta alimentazioni guidando nelle giuste scelta alimentari.

Tenendo conto di quelli che sono i principi della dieta mediterranea il nostro obiettivo è quello di elaborare un piano alimentare personalizzato che tenga conto dei gusti e delle esigenze del singolo paziente.

La dieta mediterranea personalizzata trova l’equilibrio tra quello di cui ha bisogno il fisico e quello che è in eccesso, sfruttando tutti quelli che sono i vantaggi, ormai riconosciuti a livello mondiale, della dieta mediterranea. Il nutrizionista accompagnerà
DietaMediterranea-1024x683.jpg
il paziente durante tutto il percorso di dimagrimento attraverso controlli periodici del peso, che avranno come scopo finale, oltre al dimagrimento, anche “l’educazione alimentare” del soggetto, che a fine percorso, imparerà a riconoscere gli alimenti in base al loro valore nutrizionale.

Questo tipo di percorso può essere adatto a tutte le tipologie di pazienti e risulta particolarmente indicato nel soggetti giovani e in fase di crescita.
La dieta mediterranea personalizzata assicura risultati migliori se accompagnata ad un moderato esercizio fisico (che verrà programmato durante il consulto) e risulta essere tra i piani alimentari più efficaci in termini di durata nel tempo dei risultati ottenuti .


 

FAQ

Quanto si perde con la Keto-Keiron?

La perdita di peso stimata è del 5-6 % del peso corporeo.

Ovviamente come tutte le diete, i Kg che si perdono sono soggettivi e dipendono da tanti fattori, tra cui il rispetto del piano dietetico stesso.

E' simile ad una dieta Fai da te?

No, questo tipo di protocollo funziona e viene gestito solo da professionisti competenti.

Evitare sempre il fai-da-te poiché in genera potrebbe influenzare negativamente la condizione metabolica.

Qual è la durata di questo tipo di dieta?

Il nostro protocollo prevede un ciclo di 30 giorni: 10 giorni con una dieta che prevede l'utilizzo di bustine proteiche e 20 giorni di dieta alimentare proteica.

Come mai è diviso in due fasi?

Il protocollo è diviso in due fasi perché ci sono due approcci alimentari differenti. Per non stressare il nostro organismo ma favorire comunque un buon dimagrimento si procede in questo modo. Ecco perché è una dieta controllata ma efficiente.

Si possono fare piu' cicli?

Dipende dagli obiettivi raggiunti ma non si fanno più di due cicli consecutivi.